< Tutte le news

Autotrasporto: via libera all’aumento delle deduzioni forfettarie

02/11/2018
Autotrasporto: via libera all’aumento delle deduzioni forfettarie

La questione deduzioni forfettarie, causa di malcontenti e minacce di sciopero nei mesi precedenti, pare destinata ad avere un epilogo positivo per l’autotrasporto italiano. Il ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture – Danilo Toninelli – ha annunciato nei giorni scorsi lo stanziamento nel Decreto Fiscale di 26,4 milioni di euro per aumentare la quota delle deduzioni forfettarie delle spese non documentate per i viaggi fuori dal Comune, scesa precedentemente da 51 a 38 euro e pronta a superare la soglia dei 40 euro.

 

Altro tema di fondamentale importanza al quale il ministro Toninelli sta lavorando è quello della riduzione delle accise. Ma questi sono anche i giorni in cui inizia l’iter di voto in Parlamento della Legge di Bilancio. Il testo della manovra prevede incentivi alla rottamazione e al rinnovo del parco mezzi, ma anche misure volte a rifinanziare gli interventi sia in favore del trasporto intermodale, che a beneficio della riduzione compensata dei pedaggi autostradali per gli autotrasportatori.

 

Provvedimenti che, in caso di risorse insufficienti, troveranno certamente applicazione nel 2019. L’impegno del Mit non si sofferma solo sugli aspetti fiscali e finanziari, poiché sono stati aperti alcuni Tavoli di lavoro su vari dossier atti a individuare dei criteri per il rispetto delle regole sociali per trasporti internazionali che transitano in Italia, nonché misure sugli indivisibili per i trasporti eccezionali.

 

Insomma, questi provvedimenti dimostrano la massima attenzione dell’attuale Governo alle richieste del trasporto su gomma e del trasporto bisarca e un impegno che al momento non può essere messo in discussione.

Richiedi Preventivo

Dati Generali
Nominativo
Indirizzo email
Telefono
Tipologia veicolo
Veicolo marciante
Note
Partenza
Data
Paese
Comune
Provincia
Arrivo
Paese
Comune
Provincia
Normativa sulla Privacy
Tel/Fax
080 898 58 76
Paolo Procacci
348 265 28 94
392 069 33 49
Antonio Procacci
335 568 99 97
Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri siti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie CLICCA QUI.
Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie OK